Duo Di Mario - Bassi

Duo Di Mario - Bassi

“(In)cantando”

Il Duo propone un concerto con brani che sono stati scritti appositamente per incantare, impressionare, sbalordire, in modi diversi. Alcuni incantano per la loro scrittura virtuosistica e brillante, altri per la difficoltà tecnica, altri ancora per le emozioni che suscitano. 
Le composizioni proposte spazieranno perciò da quelle originali per trombone e pianoforte, a quelle del repertorio di musica per danza fino ad arrivare al mondo del bel canto.

Il Duo Di Mario-Bassi si forma nel 2009 con l'intento di intraprendere un cammino di ricerca volto ad approfondire e far conoscere il repertorio cameristico per trombone e pianoforte, tanto interessante quanto poco ascoltato.
Tiene concerti in Italia e all’estero suonando tra gli altri, per il festival Folliamusica, per l’Associazione Filarmonica Umbra di Terni, presso il Centro Culturale De Laugier di Portoferraio (Isola d’Elba), per il San Giacomo Festival di Bologna, per gli Amici dell’opera di Pistoia e gli Amici del Carlo Felice di Genova, per gli Amiciperlamusica di Venaria Reale, per l’Accademia Musicale Torinese, a Frosinone, presso l’Abbazia di Rivalta Scrivia, per Hirmos di Reggio Emilia, per la Società Umanitaria di Milano, in occasione della 30esima edizione dell’ECIS presso l’Università La Sapienza di Roma. Il Duo ha vinto il 1° Premio Assoluto per la categoria Musica da Camera ai Concorsi: Rospigliosi di Lamporecchio, Riviera Etrusca di Piombino, Luigi Nono di Venaria Reale, dove vince anche il Premio Speciale Novecento (comune a tutte le categorie) per la migliore esecuzione di un brano scritto dopo il 1950 e il 1° Premio al Concorso Città di Piove di Sacco. Per il Duo hanno scritto vari compositori tra i quali Riccardo Panfili e Luigi Giachino. Il Duo è organizzatore di un Corso di Alto Perfezionamento per Trombone nel Lazio e viene inoltre regolarmente invitato tra gli insegnanti di Corsi di Perfezionamento per ottoni.  

DIEGO DI MARIO

è Primo Trombone dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI.
Si diploma a 17 anni con il massimo dei voti e la lode presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali G. Briccialdi di Terni con il M° Andrea Di Mario. Ha collaborato come primo trombone con l’Orchestra Giovanile Italiana, ha l’Orchestre Philarmonique de Liège, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra Spira Mirabilis, l’Orchestra “Haydn” di Bolzano e Trento, l’Orchestra Regionale della Toscana, l’Orchestra del Teatro Regio di Torino, l’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari e l’Orchestra Mozart. Nel 2008 vince il concorso per il posto di Secondo Trombone all’Opera Royal de Wallonie di Liegi, dove rimane fino al 2009.  Ha ricoperto nella stagione teatrale 2011-2012 il ruolo di Primo trombone presso l’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano e l'Orchestra Filarmonica della Scala con la quale ha eseguito il Bolero di Ravel diretto dal M° Daniel Barenboim sia al Teatro alla Scala che in tournée a Parigi, Francoforte e al Philharmonie di Berlino. Sempre come prima parte dell’Orchestra del Teatro alla Scala ha registrato il CD “Viva Verdi” e il DVD “Gershwin live at la Scala” (solista Stefano Bollani) sotto la direzione del M° Riccardo Chailly. E’ stato 1° trombone dell’Orchestra Sinfonica di Roma per la stagione 2013-2014. Ha debuttato nel 2013 come solista, eseguendo il Concertino di L. E. Larsson per trombone ed orchestra d’archi al Teatro del Fuoco di Foggia.  Fa parte del Quartetto Italiano di Tromboni, con il quale tiene Masterclass e concerti sia in Italia che all’estero. Con questa formazione ha registrato due cd live: Masterbrass II in quartetto e ottetto di tromboni e Masterbras IV in ensemble di tromboni con solista Stefan Schulz (trombone basso dei Berliner Philharmoniker). Tra i prossimi impegni del Quartetto, una tournée in varie città dell’America, tra cui a New York, presso la Juilliard School.

HILARY BASSI

si diploma all’età di 19 anni in pianoforte, presso il Conservatorio di Alessandria, sotto la guida della prof.ssa Angela Colombo con il massimo dei voti e sempre con il massimo dei voti consegue la laurea di II livello in discipline musicali sotto la guida del M° Angelo Pepicelli.
Per la stagione 2011-2012 è Maestro Collaboratore e pianista in Orchestra della Compagnia Italiana di Operette andando in scena in teatri come il Valli (Reggio Emilia), Ponchielli (Cremona), Manzoni (Milano), Alfieri (Torino), a Bologna, Firenze, Pisa, Palermo.
Si specializza nel repertorio per pianoforte a 4 mani e 2 pianoforti presso l’Akademia Umeni di Banska Bystrica suonando in questa ed in altre formazioni cameristiche per numerosi festival in Italia, Belgio, Francia e Slovacchia e vincendo numerosi concorsi. Si esibisce inoltre come solista anche con l’Orchestra (come presso il Teatro Verdi di Terni).
Collabora, come pianista accompagnatore ai Corsi di Perfezionamento di violoncello del M° U. Clerici, violino M° Alina Company e flauto M° Renzo Pelli.
Specializzata nel repertorio per ottoni, diventa pianista accompagnatore di riferimento, accompagnando masterclasses (tra cui Il Faro, BacenoBrassFestival, RoccaTromboneMaster, MasterBrass II III IV), audizioni e recitals dei seguenti musicisti: Marco Braito (1°tromba dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI), il trombettista Andrea Tofanelli, Vincent Lepape (1° trombone del Teatro Regio di Torino), Devid Ceste (2°trombone dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI), Matteo De Luca (Solo trombone dell’Orchestra della Suisse Romande di Ginevra), Stefan Schulz (trombone basso dei Berliner Philharmoniker), Michael Buchanan (1° trombone della Scottish Opera Orchestra e vincitore dell’ARD International Music Competition di Monaco) e Ian Bousfield (dal 1988 al 2000 1° trombone della London Symphony Orchestra e dal 2000 1° trombone dei Wiener Philharmoniker nonché solista di fama internazionale).
Ideatrice di spettacoli musicali (di cui cura inoltre la stesura dei testi) e progetti musicali vari, si dedica con attitudine all’insegnamento con particolare attenzione nei confronti dei “piccolissimi”, presso varie Associazioni Musicali e Accademie, nonché Scuole private e statali.

Commenti

Crea un commento

Campo richiesto